domani arriveranno circa 100 profughi in provincia di Imperia – Sanremonews.it

Saranno circa 100 gli ucraini che nelle prossime ore arriveranno in Liguria a bordo di due pullman e domani pomeriggio saranno sottoposti a screening al Palasalute di Imperia. Terminate le operazioni queste persone dovrebbero essere trasferite presso le strutture d’accoglienza già pronte. Al momento le possibilità potrebbero ricadere sul Convento dei Domenicani di Taggia e su Triora. 

Questi arrivi fanno parte dei corridoi d’accoglienza in accordo con la Prefettura. Del resto sono già diversi giorni che i profughi in fuga dall’Ucraina arrivano in provincia con mezzi propri, grazie ad esempio alla presenza di molti connazionali, amici e parenti che vivono qui nella riviera dei fiori. Così come stasera arriverà un pullman con 40 persone in fuga dalla guerra, grazie all’iniziativa partita da Matteo Lodi, il portavoce dei cittadini che hanno organizzato il comitato di accoglienza portando queste famiglie in Italia. 

Per quanto riguarda invece i corridoi di salvaguardia organizzati dallo Stato, sono invece 63 i profughi presi in carico oggi in Asl3 mentre altri 39 sono stati assistiti a Villa Bombrini. Durante lo screening sono stati riscontrati 2 casi di positività che ha fatto scattare la quarantena di 5 giorni per tutti i 37 soggetti che durante il viaggio sono stati a contatto con i positivi e l’isolamento del nucleo familiare in cui è stata riscontrata la positività. In Asl4 invece sono stati presi in carico 30 profughi, 13 in Asl 5.

Così il presidente di Regione Liguria e commissario gestione emergenza Ucraina Giovanni Toti sull’arrivo in queste ore dei profughi in Liguria: “Ad oggi sono 1084 – ha aggiunto il presidente Toti – i cittadini ucraini che hanno ricevuto una prima assistenza sanitaria ed effettuato tamponi nelle strutture dedicate. Da lunedì sarà aperto il primo Infopoint a Genova, nella zona della stazione Brignole, tra via Cadorna e i giardini pubblici, a partire da lunedì pomeriggio, e a seguire nei giorni successivi di quello di Savona, La Spezia e Imperia con localizzazioni in corso di definizione”. 

Articoli correlati