Perplessità tra profughi per confezioni di zucchero con grosso Z tra aiuti dall’Italia

Tra gli aiuti umanitari fatti arrivare in Ucraina dall’Italia ci sono diverse confezioni del noto zucchero Eridania. Un dono che vorrebbe ‘addolcire’ le sofferenze delle popolazioni sotto le bombe, se non fosse per un particolare – chiaramente non voluto – che al contrario ha lasciato ai destinatari l’amaro in bocca. Sulla classica confezione rossa, infatti, campeggia una grande Z bianca. L’iniziale dello zucchero, certo, ma che per gli ucraini rappresenta il nemico, l’icona dell’invasione russa e il logo sui carri armati dell’esercito di Putin. “Grido forte. Gli italiani hanno inviato come aiuti umanitari tre scatole di zucchero al centro profughi” scrive perplesso un ragazzo postando su Twitter l’immagine della confezione. Tra i commenti al post, ripreso ulteriormente da una chat telegram, anche quelli di chi ricorda all’autore del post il semplice invito a ringraziare chi dona ma anche di italiani che spiegano come la Z non sia che la prima lettera della parola zucchero.

Articoli correlati