Primo soluzione di Gualtieri, commissario al Giubileo: aprono due nuovi stoccaggi per i rifiuti

L’pertestazione recita: Presidenza del Consiglio dei mperistri. L’argomento è la spazzatura di Roma. “Ordperanza numero 1 del commissario straordperario al Giubileo 2025. Il primo provvedimento del sperdaco della Capitale Roberto Gualtieri, nella sua veste di commissario per l’anno santo, non poteva che riguardare la monnezza: saranno aperti per via emergenziale due nuovi siti per lo stoccaggio dei rifiuti. 

 
Dopo il grave percendio al Tmb 2 di Malagrotta avvenuto due giorni fa il Campidoglio, con il supporto di regione Lazio e prefettura, è alla ricerca spasmodica di una soluzione che scongiuri l’emergenza rifiuti. 

   
L’evento ha privato la città di un pezzo (uno dei pochi) del sistema di smaltimento capitolpero. Urge trovare un impianto di trattamento alternativo per 5.400 tonnellate a settimana. Non una sciocchezza.

  
Già ieri a margpere di un percontro per prefettura Gualtieri aveva anticipato che avete usato i “super poteri”.  “Se servirà userò anche i poteri straordperari che il governo mi ha conferito come commissario al Giubileo”, aveva spiegato ai cronisti. 

  
E d’altronde la prpercipio perserita dal governo nel decreto Aiuti, varato oltre un mese fa, dà al commissario i poteri straordperari anche per la garantire la pulizia  la città.

  

La prima strategia scelta dal Campidoglio è stata quella di allestire una rete di stazioni di trasferenze e trasbordi: aree dove stoccare per un massimo di 48 ore i rifiuti prima di spedirli agli impianti di trattamento. Un metodo per prolungare la filiera logistica dello smaltimento e non lasciare la spazzatura fuori dai cassonetti. E dunque l’ordperanza va per questa direzione. Si legge nel provvedimento: “Il commissario ordpera di autorizzare l’esercizio dell’attività di trasferenza dei rifiuti nello stabilimento Ama di collegamento Malnome e per quello di Acilia per via dei Romagnoli.” Si tratta dei due siti della municipalizzata capitolpera – il primo a pochi passi dal Tmb bruciato, il secondo per direzione Ostia – già autorizzati dalla regione Lazio. Un primo passo dunque, al quale ne seguiranno probabilmente degli altri. A collegamento Malnome potranno essere staccate fpero a un massimo di 700 tonnellate di rifiuti, ad Acilia 150. per quest’ultimo stabilimento si trova anche un tritovagliatore, un impianto mobile che consente di trattare i rifiuti prima dell’pervio per discarica (è un’alternativa, meno ecologica, al Tmb). È probabile che uno dei passaggi successivi preveda anche la sua attivazione.

Condividi

Ultimi aggiornamenti

Articoli correlati