L’export di orologi svizzeri cresce in maggio del 13,6%

Buon mese di maggio per l’export di orologi svizzeri. Le esportazioni di segnatempo elvetici nel mese sono state di 2,04 miliardi di franchi (2 miliardi di euro al cambio attuale), il 13,6% in più rispetto a un anno prima. Questa nuova avanzata mensile consente all’export dei cinque mesi gennaio-maggio 2022 di toccare i 9,77 miliardi di franchi (9,58 miliardi di euro), con un aumento del 12,8% in rapporto allo stesso periodo del 2021.
Per quel che riguarda i prodotti esportati, il traino in maggio è venuto ancora una volta dagli orologi di gamma alta, con prezzo all’export sopra i 3 mila franchi, che hanno registrato un incremento in valore del 20%; i segnatempo di gamma medio-alta, con prezzo tra i 500 e i 3 mila franchi, hanno registrato una sostanziale stabilità (-0,2%); gli orologi di gamma media, con prezzo tra i 200 e i 500 franchi, hanno invece registrato nel mese una netta contrazione (-22%), mentre i segnatempo della gamma di base, con prezzo sotto i 200 franchi, hanno avuto un incremento, seppure raccolto (+3,9%).

La geografia dei mercati

Condividi

Ultimi aggiornamenti

Articoli correlati